Giardini verticali Biofiver

Biofiver è un sistema brevettato progettato per la creazione di giardini verticali, per installazioni sia all’esterno che in interni. BIOFIVER è costituito da una struttura modulare, con la particolarità che la parte frontale della sua struttura è completamente piena di substrato permettendo così lo sviluppo completo delle radici delle piante e favorendo una crescita naturale e la biofiltrazione.

MODULO VEGETALE DEPURATORE BIOFIVER
Modulo di due strutture tridimensionali di grigliati in polipropilene riciclato. Una delle strutture è riempita di terra o substrato per la coltivazione e l’altra rimane vuota, lasciando uno spazio libero per la circolazione dell’aria. In mezzo ai due strati si colloca un tessuto idrofilo per la distribuzione dell’irrigazione nella parte posteriore.

Lo strato esterno è terra stabilizzata (sistema di suolo pensile) che permette lo sviluppo delle radici all’esterno favorendo la biofiltrazione.

Il sistema BIOFIVER dispone di un sistema di irrigazione per essudazione che fa sì che tutta la superficie a giardino creata con questi moduli riceva la stessa quantità di irrigazione in qualunque punto.  Ciò consente di poter calcolare perfettamente l’irrigazione necessaria per i giardini con conseguente risparmio di acqua.

Il sistema modulare permette di adattare i giardini verticali a qualsiasi superficie e senza alcun limite in quanto a dimensioni e altezza. Analogamente, permette di poter modificare successivamente i giardini senza incidere sul resto della struttura.

Benefici dei giardini verticali

I giardini verticali generano diversi benefici, sia a livello pubblico che a livello privato.

PUBBLICI

È fuori dubbio che i giardini verticali esercitino una forte attrattiva estetica, rappresentando un importante polo di attrazione.
L’introduzione di un rivestimento continuo di vegetazione in contesti urbani determina un raffreddamento naturale che riduce l’effetto isola di calore delle città.
Migliora la qualità dell’aria generando ossigeno e catturando gli elementi volatili in sospensione.
Riduce la domanda energetica agendo da avvolgente vegetale isolante degli edifici.
Vari studi hanno dimostrato che la vicinanza alla vegetazione migliora la qualità della vita, la produttività e il recupero post-operatorio delle persone.
Creano biodiversità nelle aree urbane incrementando la varietà di piante, insetti impollinatori e invertebrati, e creando habitat e zone di nidificazione per differenti specie di uccelli.
Biofiver
biofiltracion-biofiver

PRIVATI

Ritorno economico per risparmio nella climatizzazione, poiché l’evapotraspirazione delle piante e l’ombra che generano determinano una stabilità termica dell’edificio.
Proteggono la struttura esterna dell’edificio dalle fluttuazioni termiche, dalla radiazione ultravioletta e dalla pioggia, che con il tempo possono arrivare a danneggiarlo.
Migliorano la qualità dell’aria interna, riflettendosi in una migliore qualità della vita delle persone e un maggior rendimento lavorativo.
Riducono i livelli di rumore, sia all’esterno degli edifici per l’attenuazione delle onde sonore che all’interno grazie all’isolamento generato.
I prodotti verdi sono molto ben accetti dalla cittadinanza, generano visibilità e rappresentano importanti elementi di marketing.

Benefici del sistema Biofiver

Oltre ai benefici già indicati, la creazione di un giardino verticale con il modulo Biofiver offre i seguenti vantaggi:

Installazione facile e veloce grazie alle fascette e ai ganci di fissaggio, fino a 50 m2/giorno.
Piantumazione su un substrato organico arricchito, che determina una crescita omogenea, stabile e più naturale.
Minore manutenzione rispetto ad altri sistemi grazie a questa crescita lenta.
Minore dipendenza dall’acqua rispetto ai sistemi idroponici.
Biofiltrazione naturale di elementi volatili inquinanti grazie alla circolazione d’aria dietro la vegetazione.
Possibilità di finiture personalizzate.
Grande capacità di adattamento a diversi progetti e installazioni.
Distribuzione omogenea dell’irrigazione attraverso il geotessuto posteriore.

Decontaminazione dell'aria con i moduli BIOFIVER

Uno studio della NASA¹ ha dimostrato che la rizosfera (parte delle radici che avvolge l’apparato radicale più giovane delle piante) svolge un importante funzione di depurazione da alcune sostanze inquinanti dell’aria.

Su che cosa si basa la decontaminazione dell’aria con il modulo BIOFIVER?
Il modulo permette un’ampia esposizione della rizosfera e del substrato all’aria inquinata della città. In essa vivono diversi tipi di batteri e microorganismi che estraggono dall’aria quelle sostanze che ne promuovono lo sviluppo favorendone il metabolismo. I prodotti escreti da questi batteri sono assorbiti direttamente dalle piante che a loro volta mantengono la rizosfera con un grado di umidità ideale e con prodotti elaborati da esse ideali per lo sviluppo di questi microorganismi. Entrambi gli organismi beneficiano di questa simbiosi. Alcuni di questi batteri sono in grado di rimuovere dall’aria prodotti inquinanti quali i composti organici volatili.

¹ Wolverton BC, Johnson A, and Bounds. K (1989). Interior landscape plants for indoor air pollution abatement. NASA/ALCA Final Report. Plants for Clean Air Council, Mitchellville, MD.

Differenze del sistema BIOFIVER rispetto ad altri sistemi

Il sistema BIOFIVER appartiene al gruppo dei giardini verticali non idroponici con substrato organico, le principali differenze con i sistemi idroponici sono le seguenti:

MINORE dipendenza dall’acqua
Il sistema BIOFIVER® consuma una media di 4 l/giorno/m² e il 90% di tale consumo viene utilizzato Rispetto ai sistemi idroponici, consuma circa il 70% di acqua in meno e può resistere diversi giorni senza irrigazione.

MINORE dipendenza dai fertilizzanti
Il sistema BIOFIVER® li utilizza a malapena, poiché si basa sul processo naturale per ottenere i nutrienti di cui le piante hanno bisogno per crescere.  Grazie a questo equilibrio naturale, la crescita delle piante è più lenta ma più stabile.

MINORE manutenzione
Le piante cresciute su sistemi fertilizzati hanno uno sviluppo talmente rapido che per controllarle occorre sostituirle costantemente. I sistemi cresciuti su substrati naturali mantengono un equilibrio nella nutrizione con sviluppo equilibrato e controllato delle piante. Le potature sono limitate a una o due volte l’anno.

MINORE O NESSUNA dipendenza da sistemi informatizzati e controlli elettronici
Non essendoci un controllo dei fertilizzanti, del pH o delle concentrazioni di sali, è necessaria soltanto l’automazione dell’irrigazione.

Sei interessato al nostro sistema per creare giardini verticali? Scarica il catalogo! Scarica